54 racconti in un libro nero

Fantasie de li nervi, l’eBook

54 racconti in un libro nero Fantasie de li nervi, l’eBook
L’uomo particolarmente cattivo, protagonista di uno nei racconti più neri e crudeli della raccolta di humor patibolare.

Non è più tempo di comico, tragedia o melodramma: è tempo dello spirito patibolare.


Evidentemente superstite nella generalizzata desertificazione delle spiagge dovuta all’abbassamento della soglia del dolore, dice Angelo Mainardi: “Molti sono i segreti della psiche umana, inaccessibili all’osservazione consueta, dei quali l’humour nero possiede le chiavi. Se la categoria del ‘comico‘ risponde alla funzione del riso e del divertimento, quella dell’humour nero ha legami speciali con la conoscenza. Forse a questo si deve la sua persistenza nel tempo letterario, la costanza delle sue apparizioni negli autori di narrativa. Nessuno lo ha inventato per primo; si dovrebbe piuttosto dire che molti lo hanno trovato nel repertorio degli strumenti necessari per scandagliare zone ulteriori della mente”. (Humour Nero – Itinerari).

Ebbene? Niente da aggiungere (a parte ciò che segue più sotto e un bollente invito a quanto l’Autore citato scrive su altri umoristi neri e spesso patibolari: da Petronio Arbitro, al fastidiosamente immancabile William Shakespeare, il nostro ur-landese Swift, Voltaire oh oh, Diderot oh oh, Gogol plus, Bawdelaire, Laforgue, Jarry Lawis, Kraus (Cooy K. Rudy Geens), fino a uno degli inventori delle fantasie de li nervi, il deliriotremente Kafka. L’altro è innominabile – infatti non è nominato – ma decisamente italiano). Ecc. ecc. ecc.


ebook humor nero
L’uomo incastrato nel 2014 (leggi intro).

Fantasie de li nervi
54 racconti

Mauro Pascolat (© 2015)

Una sinossi possibile – ovvero una pallonata da prendersi (parzialmente, specie primo paragrafo) con le pinze (e/o con le gubane: magari da intingere in un quartino di trappa del nonnino), utile tuttavia a significare che qui si fa umorosamente sul serio:

Le 54 fantasie contenute nella raccolta, alimentate da una poco sotterranea vena di umorismo teneramente nero, costituiscono un complesso di narrazioni per la maggior parte interdipendenti, causa il diffuso riaffiorare, sotto varie forme, di piccole ossessioni che, con il loro accumularsi, dichiarano un gioco fatto di echi, personaggi, oggetti, iterazioni e scatti iperbolici in cerca di unitarietà rispetto al generale stato di paradosso che le ha prodotte.
Curiosamente imputati a un narratore di comodo, altre volte a un “noi” tutto coda di paglia e senza pretese di maestà, i racconti (spesso chiamati “documenti”, in un caso “reportage” oppure anche niente, più per esigenze di variazione che per cattiveria) sembrerebbero contenuti in un’esile cornice catastrofica: non contando il breve ma imprescindibile preambolo, si parte dalla descrizione di un sottovalutato evento apocalittico per arrivare a una conclusione non meno preoccupante: la diffusione di un virus fatale, quello degli ecc. ecc. ecc., nei quali si sospetta essersi rifugiata la storia (con “s” incerta; ecco un’ossessione), dopo aver a sua volta già abdicato a una straordinaria varietà di estri minori e di “ribelli alle lezioni di modestia”.

L’impressione, in questa chiusura, è di essere tornati al punto di partenza. Il che, per un verso, è un bene: il lettore volenteroso (nel frattempo viziato a venire in soccorso della narrazione, come nella sezione Finalini) potrebbe essere tentato di isolare le porzioni che sfuggono alla presunta architettura descritta. E non si nega che non ve ne siano di autonome; ma si tratta pur sempre di “fantasie de li nervi”, e chissà se contagiose.
Precisando che le rimanenti sezioni sono intitolate Avete voluto i mostri?, Being Passerella, Cervelli in fuga da se stessi, Quell’idiota di Dostoevskij, con il congedo minimo di E ancora una cosa, ecco alcune sommarie anticipazioni dei 54:
un conflitto mondiale (naturalmente, dal punto di vista dello storico, sarebbe già il terzo) scatenato dalla pessima abitudine dei Tutti di esclamare incessantemente “chapeau!”;
che cos’è un adalgiso-scrittore;
quando e in presenza di quali stilemi il linguaggio umano possa definirsi propriamente “osceno”;
le api vaticane geneticamente modificate come strumento di morte;
riflessioni circa l’influenza delle lobby degli accendini (e quella dei filosofi non fumatori);
in che modo un uomo e una donna di Stato possano affrontare le catastrofi con un sorriso;
che cosa si può vantaggiosamente fare con e per un pugno di 80 euro;
la prova che il paradosso del nonno fa un baffo a quello del maggiordomo;
l’agognato incontro con il marito della casalinga di Voghera;
la ragazza con la porta accanto;
un immodesto progetto: capirsi meglio con i sack-book;
come il Libro dei Mutamenti (I Ching) possa generare mutanti;
il vampiro dimezzato;
fenomenologia degli scaricatori di diporto;
la minoranza del pd per aforismi;
le nostre ansie in quanto frutto di un preciso complotto;
che cos’è il cavo ombelicale.
Ecc. ecc. ecc. (ma stavolta è proprio la fine: non c’è circolo che tenga).


Guglielma "la dentona" de' boschi
Guglielma “la dentona” de’ boschi, protagonista di uno dei racconti apparentemente meno crudeli. Questo (intro).

Scaricare, scaricare, scaricare gratis free senza nulla spendere (ma allora… che parliamo degli scaricatori di diporto a fare?)
Ah contraddizione… Perché sei tu la contraddizione…
Ha!,
tenente colonnello Frank Slade, dal Sermone dell’Aeroplano e protagonista di uno dei 54 racconti, ma non fra quelli che ti accingi a scaricare — che tuttavia sono ben 13 (apposta non sono 17):

La donna che affrontava le catastrofi con un sorriso
L’uomo di servizio
L’uomo con le mani in mano
La ragazza con la porta accanto
Soft War (Una storia ’e nnerd)
L’uomo particolarmente cattivo
Boccakia mia (Boccakia in fiore)
L’uomo bello ma non trasparente (O della bellezza che non conosce sofferenza)
A cuccia! (ché stanno passando i Vani Fossati)
Carico di rottura (Il cavo ombelicale)
La minoranza del pd
Quattro cose per strada (a gratis) – Tetralogo dello scaricatore di diporto
Per un pugno di 80 euri

eBook DOWNLOAD! (mobi)scarica gratis racconti ebook mobi