L’annotatore delle presenze significative

(a questo mondo)

annotatore delle presenze significative (a questo mondo)

Un annotatore delle presenze significative (a questo mondo) in tutto il suo grigiore. Spicca appena lo sproporzionato calamo.

Il tipico esempio di lavoro sporco ma che qualcuno deve pur (non) fare. Accedere alla categoria non è semplice e prevede un rituale di iniziazione nel corso del quale il candidato è sottoposto a umiliazioni e talora violenze fisiche. L’anonimato (garantito dall’invisibilità del volto sotto il cappuccio) è d’obbligo. La retribuzione è accettabile. Il registro delle presenze è da sempre vuoto.

Grazie a un falso storico di maniera, l’origine di questa figura professionale è fatta risalire al notaio e cronista Anonimus Bele Regis Notarius.

Un buon commento potrebbe essere: “Dunque?”

One thought on “L’annotatore delle presenze significative

Lascia un commento

*