Ministero degli Esseri

Ministero degli Esseri

Di vaga ispirazione post-(de)cadente-hundertwasseriana, l’edificio del neo Ministero destinato alla raccolta indifferenziata di Esseri di ogni forma e sostanza si erge simile a uno Spielberg incantato stagliandosi netto nei sogni del suo progettista, l’arCi-arChitetto Saino de Sainer da’ Capelli Verdi (naturali) – metà della cui sagoma è visibile al riparo del modulo sommo centrale. Gli Esseri presenti nel palazzo sono una sfida all’aguzzar della vista; gli assenti si sono qualificati per malati o deceduti. Questa è gente che la malizia e la furberia assenteistica non sa dove stiano di casa (o di palazzo ministeriale). “È un piccolo passo per i primi, è un grande passo per i secondi”, non arretra la rêverie dell’arCi.

I commenti sono chiusi.