Cerchi nel grano

Che cosa può succedere quando si coglie l’attimo

Cerchi nel grano

Cogli l’attimo 1
ma fa’ attenzione a dove metti i piedi
specie se l’attimo
è in un campo di grano
(poesia di un passante profano) 2.

Troverai sempre qualcosa se
cerchi nel grano 3.

Nostragranus 4.


1 © (SRAE, Societas Romana Autorum Editorumque), da Carmina (it. Odi) 23 a.C., di Quinto Orazio Flacco (pseudonimo di Quintus Horatius Flaccus) di Venosa (PZ), lì nato nel dicembre del 65 a.C., per decedere a Roma (RM) il novembre dell’8 (sempre a.C.).

2 © (SIAE), da Canzone della comunicabilità, 1995, Mauro Pascolat (pseudonimo di Omar Costa-Palù).

3 Profezia tratta da Centurie di sicurezza, 2001, Edizioni Palletico, Muscoli del Capitano, CV. Nell’edizione rivista e aggiornata del 2016, Nostragranus precisa (e ci pare che, se si osserva l’illustrazione, alla fin fine ciò sia più pertinente al senso di questo articolo) che si può trovare qualcosa anche senza cercarlo. Viene così resa piena giustizia alla parte che ha il Caso negli eventi umani.

4 Pseudonimo di Menagramus Jinx, profeta-iettatore-trasformista, nato a Durovernum Cantiacorum, Britannia, nel dicembre del 65 a.C., vivente (sic!). La famiglia si trasferì a Venosa dopo la cacciata della colonia dall’Impero romano (24 giugno 16 a.C.) per volere dell’imperatore Gaio Giulio Cesare Ottaviano Augusto in quanto i britanni in genere si rifiutavano di imparare il latino – o forse non ci arrivavano proprio. Selvatici e attaccabrighe, oltre che comprovati iettatori, i Jinx diedero per anni il tormento ai Flacco, loro dirimpettai. In almeno una mezza dozzina di occasioni (racconta Orazio), fra le due famiglie scorse buon sangue.

I commenti sono chiusi.