Volontà di pazienza

e relativi limiti

Volontà di pazienza e relativi limiti

Forse, quella mattina, stava già dubitando: “Il limite limita la volontà o la pazienza?”

“… era in realtà un boccione capovolto, contro il cui tappo di sughero l’acqua faceva pressione da chissà quanto tempo”.

Quello stesso giorno il limite fu raggiunto.

I commenti sono chiusi.