L’uomo incastrato nel 2014

Tragedie (e drammi) di Capodanno 2015

Anche quest’anno eccoci qui, a precedere il tradizionale bollettino botti e disgrazie di Capodanno, notificatoci dalle brave e belle giornaliste del TG meridiano che gode del più alto indice di gradimento presso le famiglie italiane e che può vantare il più sofisticato senso del macabro, con un incredibile e spettacolare (auspicabilmente non fatale, come quello dell’anno passato) evento all’inizio del tunnel del 2015.

È notizia di pochi minuti or sono che Astorre Paesemiochestaisullacollina, 88 anni compiuti il 29 dicembre u.s., facoltoso pensionato e già stimato vibratore di marranzani di Guardalagiara (CT), sarebbe rimasto parzialmente incastrato nel 2014 mentre, poco prima dello scoccare della mezzanotte, scacciava il pensiero del 2015 con un pregiato idiofono.
Stando a quanto sinora battuto dalle agenzie di rating, ecco la sua attuale posizione: dalla cinta al collo nel 2014 e il resto (esclusa testa, braccio destro, tallone sinistro e coscia pure sinistra) nel 2015. Sulle altre parti del corpo non si hanno (ancora) notizie dettagliate.

CONTINUA

uomo-incastrato

Nell’immaginifica ricostruzione grafica, così Astorre, da tempo memorabile (cioè dal 1927, ma fonte non del tutto attendibile), si appresterebbe ad attraversare la soglia che separa anno vecchio da anno nuovo. Si noti la borsetta di previdenza, dentro la quale, fra le tante cose, egli tiene l’olio di gomito.

3 thoughts on “L’uomo incastrato nel 2014

  1. io credo, ma qualcun’altro potrebbe qui smentirmi, che questo taglio giornalistico si addica alquanto al tuo stile.
    lancio una petizione per avere più newssssss.

Lascia un commento

*