Lupus lupo lupus

Buon fine è buon principio

Prima che tu dica, pronto,

(intendendo con quanto segue un augurio o creando illusorie aspettative): buon lavoro, buona giornata, buon natale, buon compleanno, in bocca al lupo, se hai bisogno di me non esitare, dài vediamoci – poiché l’unico lavoro buono è quello morto, l’unica giornata buona è quella morta, l’unico natale buono è quello morto, l’unico compleanno buono è quello morto, l’unica bocca buona è quella morta, poiché so che non solo esiterò ma eviterò studiatamente di aver bisogno di te e poiché alla sola fantasia di vederti il cuore mi si spaura – ecco, diciamo pure che in questi e analoghi casi, potrei, per un suggestivo attimo, dimenticare di essere una signora e aizzarti contro il sopravvissuto lupo.

Lupus lupo lupus


Dall’ebook-librello Fantasie de li nervi

Precedente L’uomo che vede regolarmente Al Pacino Successivo Antologia di poesia comico-realistica: l’alba

Lascia un commento

*