BLOGS with dirty little lips

Blogger: inutile al mondo; contento di sciocche piccole parole incompiute, luride.

Blogger, pieno di verruche, la faccia impresentabile, divelto da chissà quale mostro parente.

Blog dalle labbrucce sozze, con le dita unte, sporche, verdi come le rane che mangi la mattina per colazione;
blobber, blogger pieno di brutte intenzioni, cattivo, piccolo, pieno di risentimento, figlio di sozza.

Blog, gonfio per la peste del cane nell’anno della peste.

Blogger, con il naso gonfio, le narici sgocciolanti muco, la lingua gonfia, impestata di mosche.
Mannaggia all’infame blogger che si nutre di mosche, la lingua rotta. In quel tuo blog, isolato, odori mensili.

Mi viene in mente la grande peste di Londra descritta da Defoe: non era niente in confronto a te, che possiedi un blog with dirty little lips.
Occhietti malati. Sporchi cisposi.

Vivi di blog.

Vivi di frogs with dirty little lips.

Mangia rane. (Sporche).
Rane col naso sporco.
Rane con le zampine sporche.

Tutto quello che accade nella tua vita
è mangiare rane.

(Al tramontar del sole – si badi bene.)


CORRELATI
FROGS 1

FROGS 2

2 thoughts on “BLOGS with dirty little lips

  1. hai mai conosciuto un francese di Ruda che non aveva mai mangiato rane?
    si’, mi sa che l’hai conosciuto; era lo stesso che quando viveva a SI-ena, aveva la macchina targata NO-vara.

Lascia un commento

*