Grave Oddity: l’uomo che ebbe per lapide il monolito di “2001: Odissea nello spazio”

dacché scelse per epitaffio quanto segue:

l’uomo che ebbe per lapide il monolito di “2001: Odissea nello spazio”

Mi dispiace di morire, ma son contento,
son contento di morire, ma mi dispiace.

Mi dispero di cotanto, ma son marice,
mi m’oriento di ‘sti “dice”, ma son compare.

Mi discondo di torace, ma son di spire,
mi cospiro di mendacie, ma son portento.

Mi contento di mimire, ma son spadace,
mi disdice di comere, ma son spomanto.

Di dimane mi pascire, ma condimento,
mi dirime di conare, ma son spidento.

Mi cimento di do’ spari, ma son mirante,
mi c’ho posto di mirare, ma son discente.

Mi dissento di coppare, ma son romito,
mi ci spero di micare, ma son dimento.

Mi, sporadico rapito ma con triremi,
mi scontento di rimare, ma son dipinto.

Mi esperanto di edipire, ma son accento,
mi rimane di s*c*o*p*a*r*e1, ma son di dinto.

Mi dicette di spuntare, ma son matito,
mi rapace di spedire, ma son carento.

Mi, capace di sprecare ma mo’ son tonto,
mi ci pento di donare, ma son morente!

Mi dispiace di morire, ma son contento,
son contento di morire, ma mi dispiace.
(zum zum!)

PS: non andate necessariamente a cercare peli negli anagrammi

1Timeo algorhythmos et dona ferentes


Mi dispiace di morire, ma son contento

Getti Proigi – Listen!

 

Addenda:
Son contace di morire, ma mi dispiento,
mi dispiento di morire ma son contace.

Di morace son contire mi ma dispiento,
dispiace consontire mi ma son tace…

5 thoughts on “Grave Oddity: l’uomo che ebbe per lapide il monolito di “2001: Odissea nello spazio”

  1. e SPEREQUAZIONI, come direbbero le telegiornaliste che partecipano con notevole successo di pubblico e critica ai campionati delle telegiornaliste “indetti da un delizioso sito internet che, pur avendo in teoria molte cose da fare, preferisce dedicarsi anima e corpo a questa commendevole iniziativa…”

    • nel dubbio sono andato a cercare “sperequazioni” sul wikzionario, io sono un tipo preciso, ma stavolta ho avuto conferma di ciò che avevo già immaginato da solo: è il plurale di “sperequazione”.

Lascia un commento

*